Lavoro: alcuni dati (fonte Istat, dicembre 2019)

Piccola analisi dei numeri dell’occupazione in Italia sulla base dei dati di Francesco Seghezzi di ADAPT con alcune aggiunte (PA e lavoratori in nero). Le fonti sono in fondo.

Su 59,891 mln (100%) di popolazione residente, le statistiche rilevano:

(a) 23,845mln (39,2%) occupati, di cui:

18,183mln (30,4%) dipendenti, di cui:
12,273mln (20,5%) dipendenti a tempo pieno,
2,716mln (4,5%) dipendenti a tempo parziale,

18,183mln (30,4%) dipendenti, di cui:
12,273mln (20,5%) dipendenti a tempo pieno,
2,716mln (4,5%) dipendenti a tempo parziale,
NB: tra questi circa 15mln, 1/5 = 3mln (5%), sono dipendenti pubblici

2,213mln (3,7%) a termine a tempo pieno,
981mila (1,6%) a termine a tempo parziale;

tra questi circa 3mln, 1/10 = 300mila (0,5%), sono dipendenti pubblici

NB: andrebbero qui aggiunti circa 2,6 mln (4,3%) di dipendenti in nero

5,302mln (8,9%) indipendenti, di cui:
4,590mln (7,7%) a tempo pieno,
712mila (1,2%) a tempo parziale;
tra questi circa 5,3 mln, 1/25 = 200mila (0,3%) sono collaboratori della PA
NB: andrebbero poi aggiunti circa 1,1 mln (1,8%) di dipendenti in nero

(b) 2,344mln (3,9%) persone in cerca di occupazione, di cui:
1,695mln (2,8%) con esperienze lavorative,
649mila (1,1%) senza esperienze lavorative;

(c) 13,268mln (22,2%) inattivi in età lavorativa (15-64aa), di cui:
2,970mln (5,0%) non cercano lavoro ma disponibili a lavorare,
120mila (0,2%) cercano lavoro ma non disponibili a lavorare,
10,177mln (17,0%) non cercano lavoro e non disponibili a lavorare;
NB: andrebbero sottratti da qui i circa 3,7 mln (6,2%) di lavoratori in nero]

(d) 20,794mln (34,7%) inattivi in età non lavorativa (<15 o >64), di cui:
7,925mln (13,2%) < 15 anni
12,870mln (21,5%) > 64 anni

Considerazioni

Quali considerazioni trarne? I numeri ci dicono che abbiamo circa un occupato a tempo pieno su tre cittadini che non lavorano (o al massimo lavorano a tempo parziale). Un modello chiaramente insostenibile.

La quota di dipendenti pubblici risulta quella fisiologica degli stati europei (anzi un po’ sotto la media). I lavoratori in nero sono invece un numero sicuramente non fisiologico.

Fonte dei dati e dei grafici:

ISTAT, via https://twitter.com/francescoseghez/status/1205082551808864258?s=19
ISTAT, via https://twitter.com/gioprattichizzo/status/1206882266514952192?s=20
https://www.wecanjob.it/archivio6_lavoro-irregolare-ed-economia-sommersa-i-dati-istat_0_4852.html

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *