Fusione nucleare a Marghera? Cerchiamo di capire

[aggiornamenti: 4/4/2018, esito finale della scelta – la proposta di Marghera non è stata selezionata come vincente; 1/4/2018, studio comparativo del Comune di Venezia delle otto proposte di accoglimento del DTT; 13/03/2018, progetto americano MIT/ENI SPARC per un reattore “piccolo“, cfr. punto (18); visita dell’Amministrazione Comunale al sito di Porto Marghera, cfr. punto (17); 01/02/2018, chiusura del bando ed elenco 9 Regioni candidate, cfr. punto (16); 25/01/2018, delibera comunale x candidatura Porto Marghera, cfr. punto (15)]

In merito alla questione apparsa sui giornali il 17 gennaio 2018 in relazione ad un possibile insediamento di un laboratorio di sperimentazione per la fusione nucleare a Marghera, [NB: il bando nazionale si è chiuso il 31 gennaio 2018, il risultato finale è stato reso noto il 4 aprile 2018], ecco alcune considerazioni che potrebbero aiutare nella comprensione.

NB: chiedo agli amici più esperti di segnalarmi (e perdonarmi!!!) le eventuali inesattezze. Grazie! Anthony

Leggi tutto “Fusione nucleare a Marghera? Cerchiamo di capire”

Scienza, Tecnologia e Innovazione a Venezia: i precedenti e le prospettive attuali

L’evoluzione tecnologica appare l’unico percorso adatto per un Paese avanzato come il nostro ed in generale per l’intera Europa, nel solco dei modelli di innovazione che si stanno delineando a livello internazionale che proviamo ad elencare qui di seguito:

  • un consolidamento delle tecnologie mobili che fanno riferimento agli smartphone, del cloud computing (che usiamo “implicitamente”) e del big data;
  • le smart cities in ambito urbano – energia, trasporti locali e servizi pubblici;
  • l’industria 4.0 in ambito produttivo, che si affianca al modello a scala più ridotta degli artigiani digitali delle stampanti 3D e della manifattura additiva; l’internet delle cose, Internet of Things (IoT) che sta rivoluzionando tra le altre la logistica;
  • la fintech in tema di innovazione finanziaria, comparto già digitale al 100% che sta ora approcciando modelli distribuiti come la blockchain e considerando le criptovalute elettroniche come il bitcoin;
  • la realtà virtuale (virtual reality, VR), che dopo qualche passo falso in fase immatura ora sta dimostrando le sue potenzialità e la “cugina” realtà aumentata (augmented reality, AR);
  • l’intelligenza artificiale (AI) e la visione artificiale; visione artificiale e AI stanno già producendo i loro effetti generando sistemi in grado di interagire con il mondo reale in piena autonomia, tra i quali le auto a guida autonoma, i droni, la robotica.

Leggi tutto “Scienza, Tecnologia e Innovazione a Venezia: i precedenti e le prospettive attuali”

L’incidente del 28/11/2002 a Marghera, 15 anni dopo

Il 28 novembre 2002 alle 19:42 , esattamente 15 anni fa, alte fiammate si alzano dal petrolchimico. L’impianto che ha preso fuoco è nel reparto TDI di Dow Poliuretani Italia / Dow Chemical dedicato alla produzione di toluendiisocianato (TDI, appunto, in sigla), una sostanza di base per la produzione dei poliuretani.

A quaranta metri dal luogo dell’incendio ci sono quindici tonnellate di fosgene che si trovano ad appena 40 metri dal luogo dell’incidente. Le sirene della Protezione Civile suonano ed avvertono del pericolo, la gente viene invitata  tramite messaggi su radio e televisioni a rimanere chiusa in casa, i centralini dei servizi pubblici di sicurezza vengono subissati di richieste di informazione.

Leggi tutto “L’incidente del 28/11/2002 a Marghera, 15 anni dopo”

I tanti benefici degli alberi

Nella giornata in cui si celebra la “Festa degli Alberi” è certamente opportuno ricordare quanti benefici portano gli alberi di cui forse non siamo neppure pienamente coscienti[1]

13952260032046220164loan-oak-tree
(immagine da www.clker.com)

  1. Gli alberi producono ossigeno

We could not exist as we do if there were no trees. A mature leafy tree produces as much oxygen in a season as 10 people inhale in a year. What many people don’t realize is the forest also acts as a giant filter that cleans the air we breathe.

  1. Gli alberi assorbono gli inquinanti del terreno

The term phytoremediation is a fancy word for the absorption of dangerous chemicals and other pollutants that have entered the soil. Trees can either store harmful pollutants or actually change the pollutant into less harmful forms. Trees filter sewage and farm chemicals, reduce the effects of animal wastes, clean roadside spills and clean water runoff into streams.

Leggi tutto “I tanti benefici degli alberi”

Zone Franche (.. Urbane?) e Zone Economiche Speciali (ZES) per Marghera?

Zone Franche e Zone Economiche Speciali (ZES) per Marghera? E’ una delle ipotesi discusse oggi lunedì 30 ottobre 2017 ad un convegno a Mestre con un panel che ha coinvolto diversi esponenti del governo e del parlamento.

polonia-ZES.jpg
Mappa delle 14 Zone Economiche Speciali (ZES) in Polonia, esempio spesso citato

Un resoconto di quanto emerso nel convegno è rilevabile nella stampa locale, ad esempio, su:

Zes e zona franca, Porto Marghera chiede di avere gli strumenti per tornare a competereConvegno al Laguna Palace di Mestre lunedì pomeriggio. Il presidente della commissione Bilancio alla Camera, Boccia: “Le zone economiche speciali saranno istituite anche al Nord”, articolo su Venezia Today del 30/10/2017.

Leggi tutto “Zone Franche (.. Urbane?) e Zone Economiche Speciali (ZES) per Marghera?”

L’inquinamento dell’aria in ottobre a Venezia non ha atteso l’accensione dei riscaldamenti

C’è qualcosa in questa evoluzione delle concentrazioni di pm10 nel mese di ottobre 2017 registrate dalle diverse centraline Arpav nelle diverse località di Venezia, in un periodo nel quale i riscaldamenti erano in prevalenza spenti (sia per le date, piuttosto anticipate, in cui l’inquinamento è apparso, sia per le temperature, mediamente elevate), che potrebbe farci capire qualcosa. Da dove arrivano le pm10? Perché quei picchi iniziali? C’è correlazione con i giorni della settimana? Quali i segnali distintivi che si possono riconoscere relativi a: (a) navale/portuale, (b) grandi impianti industriali e centrali elettriche, (c) mezzi pesanti, (d) natanti, (e) mezzi leggeri?

2017.10.22-pm10ve-evoluzione Leggi tutto “L’inquinamento dell’aria in ottobre a Venezia non ha atteso l’accensione dei riscaldamenti”

Rischio … supernova!!! È gestibile?


Forse può sembrare troppo anche per gli esperti di #riskmanagement, ma … a quando la prossima #supernova qui nella Via Lattea? Dopo gli eventi (storicamente registrati) occorsi nel 1604, 1572, 1054 e nel 1006, probabilmente la prossima sarebbe la più luminosa mai vista dall’uomo e coinvolgerebbe la stella gigante #Betelgeuse, che diventerebbe luminosa quanto la luna piena per un anno intero. Ma … quando potrebbe succedere? Tra un anno o tra 10mila? Possiamo fare qualcosa, almeno per saperlo un po’ prima?
Essendo un processo che avviene nel nucleo, gli unici “messaggeri” in grado di attraversare indenni l’intera stella ed arrivare sino a noi x avvisarci sono i #neutrini.  Leggi tutto “Rischio … supernova!!! È gestibile?”